Maggio 1975: Silvana, ventun anni, viene ritrovata morta, in un campo nell’estrema periferia di Roma.
Giugno 1975: Andrea, vent’anni, viene rinvenuto decapitato lungo i binari di una ferrovia in Francia.
Novembre 1975: Pier Paolo Pasolini viene massacrato all’Idroscalo di Ostia.
Cos’hanno in comune queste morti?

Igor Patruno, ospite della trasmissione “Diritto di Cronaca“, condotta da Giovanni Lucifora, ha risposto a questa domanda e ad altre domande, presentando il suo ultimo romanzo “I campi di maggio“.

In collegamento telefonico è intervenuto l’avvocato Stefano Maccioni (legale del cugino di Pasolini) che ha ricordato, tra l’altro, la petizione per chiedere la costituzione di una Commissione Parlamentare, d’inchiesta sulla morte di Pier Paolo Pasolini.

La puntata è andata in onda alle ore 15.00 dell’11 novembre, replicata alle ore 19.00 e alle 11.00 del 12 novembre su Teleromauno (Ch. 271). Visibile in streaming sul sito www.teleromauno.com.

Il romanzo, uno splendido affresco degli anni ’70 ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti, racconta l’inchiesta di Antonio delle Piane, il protagonista, su tre morti rimaste indecifrabili, quelle di due ragazzi militanti nell’area dell’estremismo di sinistra e quella del poeta Pier Paolo Pasolini. Antonio si addentra in un viaggio disincantato nelle zone torbide di quel periodo ormai lontano, scoprendo verità parziali e dolorose nei documenti che esistono, imbattendosi in cancellazioni e omertà colpevoli, illuminando le verità indicibili dei sopravvissuti. Con le sue scoperte Antonio cambierà anche il nostro modo di guardare a quegli anni.

I campi di maggio“, da fine novembre in libreria.

Annunci