Cinque racconti, cinque episodi lontani nel tempo e nello spazio, eletti a testimonianza, consapevolmente frammentaria, della realtà. L’istanza di dare memoria di un’epoca, che si traduce in un riaprire ferite scolpite nei sensi, scavando nei momenti di rivelazione che si sono imposti attraverso l’udito, la vista, il tatto, l’olfatto… “Allineo, uno per senso, i colpi che si sono fermati a caso e ad arte nei ricordi. Tra un grido e un brodo è rimasto quello che so. Intorno c’era un creato distante, esperto, che ripeteva alla cieca gesti di madre seconda”.
ERRI DE LUCA, I COLPI DEI SENSI, EDIZIONI FAHRENHEIT 451

Annunci