RepubblicaDonna“Io sono pacifista e rifiuto l’idea che nel mio corpo sia in corso una battaglia”.
Anna Gianesini aveva un’idea tutta sua del tumore al seno. Lei che aveva “un
po’ di cellule impazzite che, nonostante tutto, non riusciva a non amare”. Lo
raccontava nel suo blog, “On the Widepeak”. La sua testimonianza unica è
ora racchiusa anche in un libro

Annunci