ero fioreNel clima di barbarie, di intransigenza, di guerra che sta avvolgendo il mondo, la lettura di Ero fiore sono diventato radice, le poesie del poeta ungherese Radnoti Miklos, morto durante la deportazione nazista, può essere utile per riflettere sul senso della civiltà e dell’esistenza.

Il ricordo vivo e terribile del clima culturale e politico, degli amici perseguitati, dei poeti esiliati e uccisi, della donna amata, della natura stravolta, in una poesia di raffinata qualità formale:

e dal nostro bicchiere bevono coloro che, insepolti / in lontane foreste e in pascoli stranieri, ora dormono.

Annunci